18 dicembre: IV Domenica

+ Dal Vangelo secondo Luca (1,26-38 )

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

Leggi il commento

Avete visto come si comporta Maria? Maria si è fidata totalmente di Dio. Non ha opposto alcuna resistenza. Ha dato la totale precedenza alla volontà di Dio anche se per lei era difficile capire cosa voleva Dio da lei.

Certo, non è semplice! Anche Maria ha un momento di timore, di paura (più che comprensibile!). Però si fida di Dio, si lascia andare, si abbandona totalmente a Lui, a ciò che l’angelo le dice.

 “Sì, eccomi” semplicemente ed umilmente.

Noi siamo capaci di essere così disponibili ad accogliere la Parola che Dio ci manda? Siamo pronti a dare a Lui la precedenza su tutte le altre cose?

Certo, è difficile. Non sappiamo che cosa ci aspetta. Ma non dobbiamo preoccuparci: la prima cosa che l’angelo ha detto a Maria è “Il Signore è con te”. Se lasciamo entrare Dio nel nostro cuore, il Signore rimane sempre con noi.

“Se Dio è con noi, chi sarà contro di noi? ” (Rm 8,31)

Dunque se Lui è con noi, non dobbiamo avere paura di nulla e come Maria dobbiamo essere felici, e con lei intonare, attraverso le azioni che compiamo ogni giorno della nostra vita, il nostro Magnificat:

«L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.» (Lc 2,46-48)

Aiutaci Signore Gesù ad essere docili all’ascolto della tua Parola. Come Maria, rendi il nostro cuore sempre disponibile ad accoglierti, disponibile a risponderti sempre “Sì!”, certi che se tu sei dentro di noi, nulla ci potrà far paura. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...