Catechismo in famiglia

L’esperienza inizia alcuni anni fa nella nostra parrocchia, spinti dalla consapevolezza che la famiglia sia il luogo privilegiato per trasmettere ai figli quei valori fondamentali per la vita. In famiglia ogni persona impara a dare e ricevere amore nell’ esperienza quotidiana fatta, certo di parole, ma soprattutto di esempi.

Il punto di forza di questo modo di fare catechismo è l’opportunità di confrontarci con i nostri figli e di metterci in gioco con loro e per loro nella conoscenza e nell’incontro con Gesù; di creare il vero dialogo, quello che conduce all’intimo umano; è motivo di crescita personale, genitoriale e di conoscenza del proprio animo e della propria fede.

La catechesi in famiglia è immediata, legata alla quotidianità; questo aspetto da un lato può costituire un ostacolo, quante volte ci capita di reagire male coi figli perché si ha fretta o si è stanchi, ma dall’altro la vita di tutti i giorni è uno stimolo validissimo per rendere “vivo” il Vangelo. Alcuni genitori hanno fatto in questi anni l’esperienza che anche un viaggio in auto può diventare un’occasione per parlare ai propri figli di Gesù, di come Lui amava partendo dalle esperienze vissute. L’occasionalità in questo caso diventa efficace e coinvolgente perché è partecipata dai membri della famiglia all’interno di un legame basato sull’affetto, sull’amore.

Essere genitori catechisti è una scelta difficile per tanti aspetti,soprattutto perché il più delle volte ci sentiamo inadeguati o impreparati. Certamente è, però, un’azione naturale, così come lo è aiutare i nostri figli, educarli, consigliarli, esser loro vicini nei momenti più complicati, ma a volte splendidi, della loro vita. Visto così, si capisce che fare catechismo è semplicemente vivere il messaggio di Gesù nella vita di ogni giorno, facendo sì che non sia solo uno schema da seguire, ma un vero e proprio stile di vita che possiamo proporre ai nostri figli proprio perché cerchiamo di viverlo noi in prima persona.

Per alcune famiglie fare la scelta di parlare ai loro figli di Dio è stata l’occasione per approfondire, ”rispolverare”, ma certamente diventare più consapevoli della ricchezza del Vangelo e dell’Amore di Dio per ognuno di noi.

Molti affermano di essere cresciuti con i loro figli, di avere costruito con loro relazioni più profonde.

Certo, avendo il coraggio di mettersi in gioco, sempre, e accettando la sfida di non sapere rispondere spesso alla curiosità provocatoria dei propri figli.

Una coppia di genitori scrive:

“ … abbiamo vissuto questo viaggio, forse non completamente, ma assaporando attimi importanti con convinzione e soddisfazione. Per questo oggi possiamo gustare la sua ricchezza. Ricchezza che abbiamo ricevuto da questo percorso fatto di accoglienza, umanità,comprensione. Ricchezza che prende spazio nell’anima sempre bisognosa di sentimenti come l’amore, la fede, la speranza …”

A livello pratico l’organizzazione è la seguente: incontro dei genitori dei bambini divisi per anno per anno catechistico che si tiene una domenica al mese dopo la S.Messa per 7 incontri; ai bambini e ragazzi si richiede di partecipare con fedeltà al cammino proposto dall’ACR e portato avanti da un gruppo di giovani e giovanissimi il sabato pomeriggio; in questo modo loro hanno la possibilità di conoscersi e di “fare gruppo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: